Treviglio i 500 anni della lacrimazione della Madonna

Il 28 febbraio 1522 truppe francesi comandate dal generale Lautrec avanzano con una sola intenzione: distruggere Treviglio! La mattina del 28 febbraio, mentre il generale francese si stava preparando ad attaccare e saccheggiare il borgo, l’immagine della Vergine con il Bambino cominciò a trasudare lacrime. Grazie al miracolo delle lacrime comparse sull’immagine della Madonna conservata al convento delle agostiniane, il generale, devoto alla Madonna, depose elmo e spada seguito dai suoi soldati.

La città di Treviglio ricorda quest’anno il 500° anniversario della lacrimazione della Madonna con un grande Giubileo. Mons. Norberto Donghi ha così chiamato le confraternite della Diocesi di Milano, guidate dall’Assistente Diocesano e Regionale della Confederazione Don Claudio Carboni e dal Presidente Patrizio Perini, a dare una testimonianza chiedendo loro di camminare e portare il crocifisso lungo le strade.

Domenica 6 marzo 2022 hanno risposto all’appello oltre 110 tra consorelle e confratelli in rappresentanza di circa 18 confraternite, non solo della Diocesi di Milano, ma anche di Bergamo, Brescia e Vigevano. Presente all’evento anche il neo coordinatore della Lombardia Matteo Mancone. Un grande momento di fraternità vissuto con grande commozione dalle confraternite in una terra particolarmente colpita dalla prima ondata della pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.